A.S.Pro.S.

Associazione Speleologica Progetto Supramonte

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Grotte del Supramonte I

E-mail Stampa PDF

 

 

 

Sa Rutta e S'Edera e Monte Novo (foto C.Corongiu)

Nelle pagine successive sono elencate una serie di grotte, frutto del lavoro assiduo di ricerca nel Supramonte di Urzulei ed Orgosolo. Alcune di queste cavità risultano ancora oggi particolarmente importanti, o per la loro posizione strategica o per la presenza di circolazione d'aria e per le morfologie di rara bellezza. Alcune di queste cavità sono tutt'oggi oggetto di esplorazione, in altre invece i lavori sono stati interrotti o per mancanza di tempo o per la presenza di ostruzioni al fondo ritenute insuperabili.

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

NOME: Sa Rutta e S’Edera

N°CATASTO: 588

COMUNE: Urzulei

SVILUPPO: 11050 m

QUOTA:950 m s.l.m.

DISLIVELLO: -208 m

T.GEOLOGICO: dolomia mesozoica

LOCALITA’: Fennau

 

 

 

 

Questa grotta è una delle più importanti cavità carsiche del Supramonte di Urzulei. Venne scoperta alla fine degli anni ’60 e ha rappresentato per un’intera generazione di speleologi sardi e non, una grotta difficile fra le più profonde dell’isola nella quale le esplorazioni non portarono facili risultati. Al suo interno scorre il più importante collettore sotterraneo della zona e numerosi sono stati i tentativi di seguirne il percorso, bloccati da una frana ritenuta impenetrabile.

Nel Giugno 2003 diamo un piccolo ma importante contributo nella scoperta di nuovi rami. Con una squadra composta da alcuni di noi e speleologi del G.G. CAI Cagliari e del Gruppo Speleo-Archeologico Giovanni Spano di Cagliari superiamo 270m di stretti passaggi nella frana terminale sino ad arrivare ad una grande galleria occupata quasi interamente dal fiume. In seguito ad altre due uscite troviamo 1 Km circa di rami nuovi, fra attivo e fossile, ma siamo bloccati su un sifone che verrà successivamente esplorato da una squadra di speleosub sardi (ma questa è un'altra storia).



 

 

 

 


 

 

 

 

 

NOME: Su Sammucu

N°CATASTO: 2717

COMUNE: Urzulei

SVILUPPO: 273m

QUOTA:775 m s.l.m.

DISLIVELLO: -41

T.GEOLOGICO: dolomia mesozoica

LOCALITA’: Su Sammucu

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa cavità, trovata nel Febbraio 2001, si presenta come inghiottitoio che si attiva in   caso di piena del Rio Flumineddu ed è caratterizzata da uno sprofondamento alla base di  una parete rocciosa. La grotta è articolata in vari ambienti diaclasici. Per diversi anni abbiamo lavorato svuotando per una ventina di metri le condotte dagli abbondanti sedimenti di materiale organico e fini argille presenti nella porzione terminale. Recentemente una squadra composta da diversi speleo provenienti da gruppi differenti è riuscita ad individuare un nuovo ambiente diaclasico nella parte superiore della grotta. Su Sammucu perciò presenta tutt’oggi possibilità di  prosecuzione considerato anche la sua posizione favorevole essendo situata a metà strada fra le due principali cavità attive della zona (Istettai e S’Orale e Su Mudrecu).


 

 



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

NOME: Nurra Cupercu

N°CATASTO: 2623

COMUNE: Orgosolo

SVILUPPO:  156 m

QUOTA:875 m s.l.m.

DISLIVELLO: -94 m

T.GEOLOGICO:dolomia mesozoica

LOCALITA’: Serra Cupercu

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La grotta di Nurra Cupercu si apre su una cengia rocciosa strapiombante sul versante orientale della Serra omonima, circa 70 m sopra l’alveo del Rio Flumineddu. Presenta, specialmente nelle parti iniziali, un andamento verticale e si sviluppa alla base su evidenti zone di scorrimento sub-orizzontali attivate dalle piene esterne. Le esplorazioni si interrompono su un sifoncino colmo di depositi sabbiosi al termine di una stretta diaclasi. Ha possibilità di prosecuzione anche per la presenza di movimento d’aria.

 

 

 



 

 

 

 

 

NOME: Sa Mela

N°CATASTO: 2718

COMUNE: Urzulei

SVILUPPO:  230 m

QUOTA:925 m s.l.m.

DISLIVELLO: -114 m

T.GEOLOGICO:dolomia mesozoica

LOCALITA’: Codula Sa Mela

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sa Mela si presenta come un inghiottitoio attivo ad andamento sub-orizzontale situato sull’alveo della Codula di Sa Mela, è stata trovata nel Gennaio del 2002 in seguito alla forzatura di diversi passaggi con movimento d’aria. Presenta belle condotte freatico-vadose che si approfondiscono con piccoli salti lungo la dolomia ben lavorata, fino ad una zona più verticale che precede il fondo. Durante l’esplorazione la cavità ha alimentato aspettative per la vicinanza con la grotta dell’Edera ma la stretta diaclasi sul fondo per il momento è impossibile da percorrere, se non forse dopo pesanti lavori di disostruzione. Tutt’oggi il suo ingresso non è più percorribile in quanto chiuso dai detriti trasportati dalle violente piene degli anni precedenti.

 


 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

NOME: Sa Cungiatura de Su Calavriche

N°CATASTO: 2774

COMUNE: Orgosolo

SVILUPPO:  342 m

QUOTA:800 m s.l.m.

DISLIVELLO: -114 m

T.GEOLOGICO: calcare mesozoico

LOCALITA’: Su Calavriche

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La cavità si apre su una cengia rocciosa circa 50 m sopra l’alveo del Rio Flumineddu, sulla sinistra orografica, poco prima di giungere alla zona denominata ansa ad U. Presenta, un andamento prevalentemente verticale. Le esplorazioni si interrompono al fondo a causa di importanti concrezionamenti.


 

PROGETTO ALTAJ-SIBERIA

Sondaggi

Qual'è il tuo video preferito?